6 dicembre 2019
Aggiornato 21:30

Beatificare Pio XII, è polemica tra il Vaticano e Israele

Il Ministro degli Affari sociali Herzog accusa la Santa Sede di aver ignorato le persecuzioni naziste. La replica di Padre Molinari

La beatificazione di Pio XII è un affare interno della Chiesa cattolica e le affermazioni del ministro israeliano per le questioni sociali, il laburista Yitzhak Herzog, in un'intervista al quotidiano Haaretz, appaiono come un'ingerenza. E' il commento del postulatore della causa di beatificazione di Papa Pacelli, padre Paolo Molinari, che si è detto stupito che un ministro dello Stato di Israele intervenga su una questione che non gli compete.

A sorprendere il postulatore è stata anche l'affermazione di Herzog secondo la quale non vi sarebbe «testimonianza di alcun passo concreto adottato dal Pontefice» in difesa degli ebrei. Molinari controbatte con prove e citazioni di segno opposto, tra cui le affermazioni di autorevoli esponenti del mondo ebraico, da Golda Meir allo storico Martin Gilbert, inglese di origine ebraica tra i più noti studiosi dell'Olocausto. Il postulatore della causa dice poi di essere in possesso di molti altri documenti dello stesso tenore, tali da non lasciare più dubbi sul ruolo positivo giocato da Papa Pacelli durante il periodo nazista.