21 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Federalismo

Sartor: «Mi meraviglia la posizione del Presidente Muraro»

«La trovo singolare e direi quasi inopportuna»

«La posizione di Leonardo Muraro mi meraviglia, mi sembra singolare e direi quasi inopportuna sia nei tempi, che nei modi, che nei contenuti. Il ministro Raffaele Fitto ha ottenuto il plauso di tutti nell’importante convegno di Padova sul federalismo fiscale. Al ministro bisogna riconoscere la capacità di mediazione e la volontà di intraprendere un percorso che finalmente modificherà l’assetto dello Stato e soprattutto nell’interesse delle regioni del nord.» Così l’assessore all’Economia, Vendemiano Sartor, ha commentato le dichiarazioni del presidente della Provincia di Treviso sul federalismo fiscale.

«A Leonardo Muraro vorrei far capire che - ha detto Vendemiano Sartor - il ministro Fitto è riuscito a dare inizio insieme alle regioni a un percorso storico, complesso, certamente non immediato, che ci deve vedere impegnati in prima linea in maniera collaborativa e sinergica. Non servono a nulla le sterili polemiche. C’è un nuovo principio che, indipendentemente del percorso della legge delega, è già adesso fondamentale, e cioè l’assunzione di responsabilità da parte degli amministratori locali che dinnanzi ai cittadini dovranno rispondere della buona o della cattiva gestione della cosa pubblica. Importante è, inoltre, il provvedimento sul patto di stabilità che vedrà coinvolti comuni, province e regioni che male hanno amministrato le risorse dei cittadini.»

A Leonardo Muraro l’assessore assicura sino da ora che nei prossimi mesi il Veneto farà la sua parte, combatterà per difendere i cittadini, farà in modo che i trasferimenti statali non penalizzino più il nord a vantaggio del sud e troverà di certo nella battaglia per il federalismo fiscale «un buon alleato» proprio in Raffaele Fitto. «Considero Fitto - ha ribadito Sartor - un uomo del sud che capisce bene le istanze del nord e al sud le sa far comprendere.» L’ultimo commento dell’assessore è sulla mancata presenza dei ministri Roberto Calderoli e Umberto Bossi al convegno di Padova: «dov’erano i rappresentanti della la Lega Nord quando ieri all’Università di Padova molti di noi si confrontavamo in modo costruttivo sul federalismo fiscale?»