9 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
E' finita la latitanza di Francesco Pelle

'Ndrangheta, arrestato il boss Francesco Pelle

Era ricercato per la strage di San Luca del 2006, che causò poi la strage di Duisburg. Da luglio era ricoverato a Pavia sotto falso nome

E' finita la latitanza di Francesco Pelle, boss della 'ndrangheta ai vertici della malavita di San Luca. Pelle, detto Ciccio Pakistan, 32 anni, era ricercato dall'agosto 2007 con l'accusa di essere uno dei mandanti dell'omicidio di Maria Strangio, episodio che originò la strage di Duisburg. L'uomo è stato fermato in una clinica privata a Pavia, dove, sotto falso nome, era ricoverato dai primi di luglio.

Due anni fa infatti aveva perso l'uso delle gambe in un agguato, e per vendetta aveva ordinato la strage di Natale 2006 in cui morì appunto Maria Strangio, moglie del boss Giovanni Nirta. Fu questo episodio a scatenare la famigerata strage di Duisburg in cui nel Ferragosto 2007 morirono sei persone. In clinica Francesco Pelle aveva anche stretto amicizia con diversi pazienti. Per catturarlo alcuni carabinieri si sono finti medici e infermieri. Ora l'uomo si trova nel centro clinico del carcere di Opera a Milano.