24 maggio 2024
Aggiornato 14:30
Asif Ali Zardari eletto con una netta maggioranza

Il vedovo di Benazir Bhutto è il nuovo presidente del Pakistan

Ad annunciarlo è stata la commissione elettorale pachistana

Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto, è stato eletto presidente del Pakistan a seguito delle dimissioni di Pervez Musharraf, avvenute circa un mese fa.
Ad annunciarlo è stata la commissione elettorale pachistana.
Stando ai risultati parziali diffusi dalle autorità dopo le consultazioni avvenute nelle due camere del parlamento e nelle quattro assemblee provinciali, Zardari avrebbe ottenuto una netta maggioranza di voti raccogliendo «281 voti sul totale di 426». All'annuncio, alcuni eletti del Partito Popolare del Pakistan (Ppp) sono scoppiati in lacrime, poi è partito un coro: «Lunga vita a Bhutto!».

Le due figlie adolescenti di Zardari e Bhutto hanno assistito al voto e sorridevano, mostrando un ritratto della madre.

Le elezioni si sono svolte venti giorni dopo le dimissioni del generale Musharraf, contro cui il governo del premier Yusuf Raza Gilani l'8 agosto aveva annunciato una procedura di impeachment.
Oltre a Zardari, erano in corsa il magistrato Saeed-uz-Zaman Siddiqui e Mushahid Hussain, uomo vicino a Musharraf.

Zardari è una delle figure più controverse nella storia del Paese. Con fama di seduttore fin da ragazzo, figlio di un proprietario di cinema, cresciuto a Karachi dove ha frequentato la stessa scuola superiore del dimissionario presidente Pervez Musharraf, Zardari cambiò la sua vita quando nel 1987 sposò, con un matrimonio combinato, Benazir Bhutto, di tre anni più grande di lui, discendente di una famiglia che annoverava capi di governo e ministri.

Zardari fu subito candidato ed eletto all'Assemblea nazionale, la camera dei deputati pachistana, dove è stato per sei anni, per poi diventare due volte ministro in altrettanti governi della moglie, chiudendo la carriera politica nel 1999 al senato. Una carriere finita con il carcere, dove restò dal 1999 al 2004 con accuse che andavano dall'omicidio alla corruzione al riciclaggio di denaro sporco. L'accusa di omicidio risale al 1996, per l'uccisione di suo cognato Murtaza Bhutto. Per quanto riguarda la corruzione, Zardari era noto come «mister 10%» perché pretendeva tangenti su tutti i lavori che il governo di sua moglie realizzava.

Dopo la scarcerazione andò a Londra, da dove è tornato in patria nell'ottobre 2007 insieme alla moglie in virtù dell' ordinanza di Musharraf che cancellava tutti i reati commessi da burocrati e politici dal 1988 al 1999. Dopo l'uccisione di Benazir il 27 dicembre 2007, nonostante il suo testamento politico indicasse il figlio Bilawal come successore, Zardari si è imposto nel Partito del Popolo Pachistano (Ppp) fino ad assumere il ruolo di co-presidente insieme al figlio. Zardari aveva detto di non volersi candidare, ma alla prima occasione si è fatto nominare candidato alla presidenza.

La giornata di oggi, però, non è solo la festa del Partito Popolare del Pakistan (Ppp): un attentato suicida nella città nordoccidentale di Peshawar ha ucciso almeno 16 persone; segno che la stabilità politica interna e regionale è ancora un miraggio.

Un responsabile della polizia ha riferito che l'esplosione ha investito la periferia di Peshawar, dove sono subito accorse le ambulanze.

Il Pakistan sta registrando un'escalation di violenze, in particolare nelle ultime settimane: i talebani hanno annunciato una rappresaglia a seguito delle offensive militari nel nordovest del Paese.

A saltare in aria, secondo quanto si è appreso, è stato un veicolo imbottito di esplosivo. «Sedici persone sono state uccise e oltre ottanta sono rimaste ferite», ha dichiarato Mohammad Ashraf, un ufficiale della polizia locale. Un'ora prima, il bilancio stimato era di dodici morti.

L'esplosione è stata così violenta che il posto di blocco è stato completamente distrutto e che gli edifici nelle vicinanze sono crollati, nel cuore di un mercato molto affollato a Zanglai, vicino Peshawar.

Secondo la sua ricostruzione, un kamikaze si è lanciato con un'autobomba contro il posto di blocco, ma la polizia sta ancora accertando le cause. L?esplosione ha inoltre danneggiato un mercato nella vicinanze.