22 ottobre 2021
Aggiornato 00:00
Trattato UE

Cota: «Ratifica trattati Ue solo con il referendum»

«Oggi l’aula di Montecitorio ha approvato l’ordine del giorno della Lega che chiede di poter sottoporre a referendum popolare i trattati comunitari»

«Oggi l’aula di Montecitorio ha approvato l’ordine del giorno della Lega che chiede di poter sottoporre a referendum popolare i trattati comunitari». Lo ha dichiarato il Presidente del deputati della Lega Nord, Roberto Cota, in riferimento alla legge di ratifica del Trattato di Lisbona votata oggi alla Camera.

«Questo ordine del giorno, inoltre, chiede l’impegno del Governo per l’inserimento nei trattati comunitari delle radici giudaico-cristiane come valore fondante del pensiero, della cultura storica e della tradizione dei popoli dell’Europa - ha spiegato il capogruppo leghista - la valorizzazione delle lingue locali, la riaffermazione del valore della famiglia naturale e chiede di risolvere il problema quote latte».

L’approvazione di questo ordine del giorno è per il Presidente Cota «un atto politico molto importante. Solo questa può essere l’Europa del futuro, quella dei popoli, perché quella attuale dei burocrati, è finita e l’unica via è prenderne chiaramente atto». «Il voto favorevole della Lega al Trattato di Lisbona è motivato dal fatto che l’unica via per salvare l’Europa - ha concluso Cota - è costruire un altro tipo di Europa con i valori tracciati dal nostro ordine del giorno».