16 ottobre 2021
Aggiornato 10:30
Abolizione del decreto sui Livelli essenziali di assistenza (Lea)

Palagiano: «Con tagli a sanità colpite donne e future mamme»

E' quanto dichiara l’On. Antonio Palagiano, capogruppo dell’Idv alla Commissione Affari Sociali

«L’abolizione del decreto sui Livelli essenziali di assistenza (Lea), siglato dal Governo Prodi solo pochi mesi fa, è un ulteriore mannaia che si abbatte sul Sistema sanitario nazionale e sul diritto alla salute dei cittadini italiani» è quanto dichiara l’On. Antonio Palagiano, capogruppo dell’Idv alla Commissione Affari Sociali, commentando l’ultimo taglio deciso dal Ministero dell’Economia soltanto poche ore prima dell’approvazione della manovra triennale.

«Non più garantito il vaccino Hpv per prevenire il tumore alla cervice uterina, niente cure odontoiatriche gratuite per i più bisognosi, abolita l’analgesia epidurale per il parto. L’Italia è l’unico Paese occidentale in cui la donna, ancora oggi, è costretta a partorire con dolore a meno di non avere una situazione economica agiata» spiega Palagiano.

«Evidentemente al Governo non sono bastati i tagli previsti dalla manovra appena votata – conclude il capogruppo di IDV in Commissione Affari Sociali - ma ha deciso di affossare del tutto la già difficile realtà della Sanità pubblica italiana, riducendo drasticamente anche i livelli minimi di assistenza per tutti i cittadini».