28 ottobre 2021
Aggiornato 21:30
Cooperazione tra le due sponde dell’Adriatico

Progetto Marcbal «La razza bovina marchigiana nei balcani occidentali»

All’Abbadia di Fiastra il convegno finale

Si è tenuta all’Abbadia di Fiastra (Mc) la conferenza conclusiva del progetto europeo di cooperazione transfrontaliera Marcbal «La razza bovina Marchigiana nei Balcani Occidentali». Il meeting è stato un momento di riflessione sull’iniziativa, sulle attività realizzate e sulle future opportunità di cooperazione tra le due sponde dell’Adriatico, con un dibattito che ha coinvolto direttamente gli allevatori bosniaci e italiani, veri protagonisti dell’iniziativa.

Durante la sessione della mattinata, con i lavori aperti da Uriano Meconi, responsabile della Zootecnia per la Regione Marche, sono stati passati in rassegna risultati e attività realizzati nei sedici mesi di durata del progetto. Il dibattito ha visto confrontarsi direttamente esperti e accademici italiani e balcanici. D’interesse il confronto e le testimonianza portate dagli allevatori bosniaci presenti, rimasti positivamente colpiti dall’accoglienza e dal sistema zootecnico marchigiano. Grande attenzione è stata manifestata per il lavoro di selezione dei capi fatta negli anni e per le dotazioni tecnologiche degli allevamenti della regione. Realtà che i partner bosniaci hanno potuto toccare con mano nella visita organizzata ieri dalla Regione negli allevamenti di bovini della provincia di Macerata e nella cena conclusiva in una tipica «aia» a base di freschissima «marchigiana».

Durante il pomeriggio i lavori si sono concentrati sugli aspetti tecnico finanziari e sui rapporti con l’Unione europea.
Marcbal è finalizzato alla creazione di un sistema di governo della zootecnia di qualità della razza bovina Marchigiana nei Balcani occidentali, promuovendo sistemi di allevamento brado e semibrado che permettano di recuperare e sviluppare, nell’ottica della sostenibilità, le tecniche agricole e le tradizioni del territorio. Sono partner del progetto le Marche, l’Abruzzo, Euromediterranea – associazione di promozione sociale, Università Politecnica delle Marche, Università degli Studi di Teramo, Università degli Studi di Udine, Università di Agricoltura di Sarajevo, Ministero dell’Alimentazione, Agricoltura e Tutela del Consumatore dell’Albania, Facoltà di Agricoltura di Tirana.
L’iniziativa ha gettato le basi per una futura e proficua cooperazione in un importante comparto agricolo in area adriatica, a consolidare quell’Euroregione in cui le Marche rivestono un protagonismo crescente.