21 ottobre 2021
Aggiornato 22:00
Green Wood di (ethic) e Legambiente

Operazione rimboschimento delle aree colpite dagli incendi nel 2007

Essenze profumate e piante tipiche della macchia mediterranea per contrastare l’effetto serra responsabile dei mutamenti climatici e il degrado urbano

Essenze profumate e piante tipiche della macchia mediterranea per contrastare l’effetto serra responsabile dei mutamenti climatici e il degrado urbano, testimoniando la volontà di proteggere e valorizzare un territorio pregiato e delicato con la piantumazione di nuova vegetazione. E’ questo l’obiettivo del progetto Green Wood di (ethic) e Legambiente che verrà presentato questa sera in occasione dell’inaugurazione di FestambienteSud a Monte Sant’Angelo a Foggia.

E’ proprio in questo comune garganico che grazie a Green Wood si procederà alla piantumazione di pini d'Aleppo e lecci in più aree periferiche di nuova edificazione. Alla presenza del Sindaco Andrea Ciliberti in serata verrà siglato, quindi, l’accordo tra la casa di moda (ethic) e Legambiente per realizzare alcuni parchi urbani proprio nel comune garganico, che nella scorsa stagione estiva ha subito il danno più ingente del patrimonio boschivo, con una superficie incendiata superiore ai mille ettari.

Secondo i dati del Corpo Forestale dello Stato, infatti,  soltanto nel 2007 sono stati oltre 10mila gli  incendi boschivi in Italia, il 70% in più rispetto al 2006, che hanno trasformato in cenere oltre 225 mila ettari di territorio, di cui 115mila di boschi e foreste. Un’ennesima ferita profonda che ogni anno il territorio subisce, con una perdita di ecosistemi e di paesaggi di enorme valore, ma anche un danno sociale ed economico per tutte quelle comunità locali come Monte Sant’Angelo che hanno scommesso sul turismo ambientale per il loro futuro.

«Con Green Wood due realtà differenti come Legambiente e (ethic) – ha dichiarato Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente -  hanno scelto di combattere insieme gli effetti dell’inquinamento con un’operazione mirata e concreta: la realizzazione di una nuova area verde che grazie all’attività di filtro ambientale operata dalle piante possa contribuire a risanare l’ambiente. Per capire l’importanza delle foreste in Italia basta pensare che in media un albero assorbe 12 kg di CO2 all’anno, un ettaro di bosco quindi riesce ad assorbire annualmente fino a 5 tonnellate di CO2. Con queste cifre, è facile intuire quanto il nostro territorio possa aver bisogno di iniziative come Green Wood, che in questo caso, assume un valore aggiunto perché realizzata in un territorio, dall’altro valore naturalistico, vittima di incendi boschivi, cave e speculazioni edilizie».

«(ethic) che nel 1997 nasce con l'idea di fare «abbigliamento etico», ancora una volta si impegna nella salvaguardia dell’ambiente, dando un contributo concreto per un’Italia più verde, bella e sana – ha dichiarato Ivano Piccirilli, titolare dell’azienda–. Sensibilizza le sue clienti su un tema importantissimo quale il rispetto dell’ambiente e la conservazione del territorio in cui tutti viviamo attraverso un messaggio solidale. Con il progetto Green Wood ha scelto di destinare una percentuale del guadagno realizzato dai negozi nello scorso periodo natalizio a favore del rimboschimento di una delle aree italiane martoriate dagli incendi dell’estate 2007.  Nello specifico, per ogni scontrino emesso dal 20 dicembre 2007 al 8 gennaio 2008 all’interno dei propri punti vendita – 60 negozi in tutta Italia – (ethic) aveva destinato 25 centesimi al progetto».

La piantumazione avverrà il 21 novembre in occasione della XIV edizione della Festa dell’Albero di Legambiente, la giornata di volontariato dedicata al rimboschimento del nostro territorio che per il secondo anno consecutivo regalerà al Pianeta 1.500.000 nuovi alberi per combattere il riscaldamento globale.