16 ottobre 2021
Aggiornato 10:00
Maxi operazione della Polizia di Stato contro la ‘ndrangheta calabrese

'Ndrangheta: eseguiti fermi, decapitati cosche Piromalli-Molè

L’operazione è il frutto di una lunga ed articolata attività d’indagine

Maxi operazione della Polizia di Stato contro la ‘ndrangheta calabrese. Gli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Calabria e dello SCO, Servizio Centrale Operativo, della Polizia di Stato hanno eseguito 21 decreti di fermo, emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di esponenti di primissimo piano delle cosche mafiose PIROMALLI, ALVARO e MOLE’, operanti nella piana di Gioia Tauro, ma con diramazioni in Europa ed oltreoceano; per tutti l’accusa è di associazione a delinquere di stampo mafioso.

L’operazione è il frutto di una lunga ed articolata attività d’indagine, che ha permesso agli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Calabria di far piena luce sulle infiltrazioni mafiose insistenti nell’ambito del porto di Gioia Tauro; sequestrata anche una società di movimentazione merci, operante nel porto, che faceva capo alle organizzazioni mafiose.