app e tutoring

Tutored, come vivere al meglio la vita universitaria

Un modo per vivere al meglio il proprio periodo universitario e affacciarsi nel modo giusto al mondo del lavoro

ROMA - Risolvere tutti i problemi degli studenti universitari, dall’iscrizione ai primi colloqui di lavoro, passando per esperienze autentiche e fondamentali come l’Erasmus o lo stage. E’ questo l’obiettivo di Tutored, startup accelerata da Luiss Enlabs e nata dall’esigenza di Gabriele Giugliano di risolvere i suoi problemi legati alla vita universitaria. Non solo un servizio di tutoring che rimane un’esclusiva del sito di Tutored, ma anche un’applicazione, lanciata pochi giorni fa sullo Store dove è possibile avere appunti selezionati in base alla propria facoltà, offerte di lavoro attinenti al proprio percorso di studi, sondaggi ed esperienze che possono facilitare la vita soprattutto degli studenti che si trovano all’estero. Una startup nata quasi per gioco, come accade nella maggior parte dei casi, ma diventata oggi un vero e proprio lavoro con aspettative di crescita importanti.

«La cosa incredibile è che dopo poco più di un anno da quando siamo partiti - mi racconta Gabriele - non ho risolto i miei problemi universitari. Avevo 8 esami da dare allora e ne ho 8 da dare adesso. E questo perché Tutored è diventato il mio lavoro e i problemi li stiamo risolvendo a 600mila utenti attivi al mese. Un vero successo che ci ha permesso di ampliarci e creare un team che oggi è composto da 18 persone. Ma non vogliamo fermarci qui: sbarcheremo anche in America e India. Ci crediamo».