23 gennaio 2022
Aggiornato 16:30
startup

Una borsa di studio per le startup del Sud che sognano la Silicon Valley

Le borse di studio «Resto al Sud» sono pensate in particolare per chi sviluppa un progetto ad alto contenuto tecnologico o scientifico

ROMA - Perfezionare le proprie conoscenze; confrontarsi con imprenditori di successo, con docenti di Stanford, Berkley e Santa Clara e con venture capitalist dei più importanti istituti americani; stringere relazioni con ricercatori e conoscere incubatori e startup. Dopo aver acquisito la mentalità della Silicon Valley, tornare nel paese d'origine per sviluppare il proprio progetto e «contaminare» il territorio contribuendo altresì a creare una grande community di imprenditori nel mondo.

Con questo obiettivo l'istituto americano TVLP e Digital Media, già alleati per diffondere la cultura imprenditoriale della Silicon Valley anche in Italia, hanno deciso di lanciare due speciali borse di studio «Resto al Sud Scholarship for generating innovation in South Italy» rivolte a ricercatori e innovatori più talentuosi residenti al Sud, che potranno così mettersi alla prova e perfezionare le proprie capacità in California, partecipando a uno dei programmi internazionali in innovazione e imprenditorialità tecnologica che si svolgeranno in primavera ed estate 2018: dal 14 maggio al 2 giugno e dal 16 luglio al 4 agosto.

«Fino a qualche decennio fa il territorio intorno a Stanford era una grande distesa di alberi e l'agricoltura era l'industria dominante. Nonostante questo proprio qui giovani laureati, iniziando a lavorare dentro il garage di casa dei genitori, hanno creato delle startup che con gli anni si sono trasformate in aziende di successo - ha commentato Francine Gordon, direttrice della Faculty di TVLP Institute -. Siamo convinti che anche l'Italia, con la sua manifattura, con le scuole di alta specializzazione, con i numerosi ricercatori, preparati e appassionati, abbia sul proprio territorio tante potenziali 'Silicon Valley' che, però, raramente trovano le opportunità per decollare».

«Con questa borsa di studio - ha aggiunto Roberto Zarriello, fondatore di Digital Media - prosegue il nostro impegno a diffondere sempre più la cultura digitale, raccogliendo le esperienze e le buone pratiche della Silicon Valley da replicare qui in Italia. Per questo abbiamo scelto di sostenere in particolare quei giovani residenti al Sud che scelgono di non trasferirsi in un'altra città o un altro paese e di costruirsi il successo sul proprio territorio».

Le borse di studio «Resto al Sud» sono pensate in particolare per chi sviluppa un progetto ad alto contenuto tecnologico o scientifico - in ogni settore, dall'Intelligenza Artificiale alle Scienze della vita - ma che ha limitate risorse economiche. Una commissione di TVLP e Digital Media valuterà i migliori progetti che saranno in grado di valorizzare le ricchezze del Sud Italia e i candidati più determinanti a tornare/restare nel proprio territorio di origine.

Per candidarsi alla selezione bisogna aver compiuto 21 anni e inviare la domanda di partecipazione entro il 25 marzo 2018 indicando il proprio percorso formativo, l'idea o il progetto a cui si sta lavorando, oltre ai motivi per cui si è interessati al programma in Silicon Valley. Le domande saranno valutate in ordine d'arrivo; sarà data precedenza ai progetti con un grande impatto sociale, e ai proponenti con limitate risorse finanziarie. Tutte le informazioni e il format per l'application su www.tvlp.co