smartphone

Sui vostri smartphone Google Assistant parlerą finalmente italiano

L’assistente di Big G potrą essere integrato ai sistemi operativi aggiornati almeno alla versione Marshmallow e con almeno 1,5 GB di memoria Ram a bordo

Sui vostri smartphone Google Assistant parlerą finalmente italiano
Sui vostri smartphone Google Assistant parlerą finalmente italiano (Google)

ROMA - La diffusione sarà graduale ed è partita già in questi giorni, in concomitanza con il lancio del nuovo Google Pixel 2 XL. Stiamo parlando di Google Assistant che ha iniziato la sua lenta fase di rilascio anche in italiano, per la gioia di tutti i possessori di smartphone Android abilitati. L’assistente di Big G potrà essere integrato ai sistemi operativi aggiornati almeno alla versione Marshmallow e con almeno 1,5 GB di memoria Ram a bordo. Restano esclusi i tablet, mentre gli smartwatch dovrebbero ricevere l’aggiornamento in seguito.

Google Assistant è, di fatto, una fusione tra il motore di ricerca predittiva di Google Now e le funzioni di assistentenza vocale sbloccate con la parola d’accesso «Ok Google». Grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale e comprensione del linguaggio naturale, il software è in grado di rispondere in modo più pertinente alle richieste dell’utente, regalandogli quindi un’esperienza interattiva migliore con il proprio smartphone. Fino a oggi Google Assistant era disponibile solo in lingua inglese, anche se alcuni utenti stanno provando la versione beta in italiano già da alcuni mesi.

Il processo di attivazione sarà effettuato dall’infrastruttura di Google, mentre agli utenti sarà sufficiente possedere l’ultima versione dell’app di ricerca e attendere che Assistant si manifesti alla pressione prolungata del tasto Home o richiamandolo con la parola d’ordine «Ok Google».

Le funzionalità di Google Assistant sono molto più complesse di quelle che siete abituati generalmente a vedere quando «dialogate» con il vostro smartphone. L’assistente è, infatti, capace di mandare messaggi di testo ai vostri contatti WhatsApp, ad esempio, con una vostra semplice frase (Ok Google manda a Stefano un WhatsApp ‘Stasera ci vediamo al bar’). Oppure di tradurre una frase in una lingua straniera, quando glielo chiederete. Google Assistant è capace di rilevare le canzoni ascoltate in tempo reale, anche quando entrerete all’interno di un locale pubblico.