15 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Dal 7 al 10 novembre a Lisbona

Web Summit 2016, le startup italiane

La competizione «pitch» vedrà protagoniste ben duecento aziende delle oltre mille che ne hanno fatto richiesta. L'Italia in questa competizione gioca un ruolo di rilievo, con 41 startup tricolore in gara.

LISBONA - Innovazione e creatività sono gli ingredienti principali del Web Summit 2016, che per la prima volta approderà in Protogallo, con Lisbona che diventerà il più grande teatro europeo del marketplace della tecnologia, che vedrà protagonisti startup, investitori, Ceo di grandi aziende e leader politici. Quattro giorni di workshop, conference, laboratori: un'occasione straordinaria di interscambio, anche in considerazione della presenza di oltre 15.000 aziende provenienti da 165 paesi. Un appuntamento che gli appassionati non possono permettersi di perdere, dal 7 al 10 novembre.

Gli speakers du Web Summit 2016
Ampio e di grande qualità il parterre degli speakers: c'è grande attesa infatti per gli interventi, tra gli altri, di Alex Stamos (Cso Facebook), Gillian Tans (presidente e Ceo di Booking.com), David Buttress (Ceo di Just Eat), Nicolas Brusson (Co-Founder & CEO di Bla Bla Car). Sul palco però, anche grandi nomi appartenenti al mondo del calcio, che vedono nell'innovazione e nell'hi-tech una grande opportunità di business. È il caso, ad esempio, di Ronaldinho, di Luis Figo, padrone di casa e Co-founder di Dream Football e di Gianluca Vialli, Co-founder di Tifosy, piattaforma di FanFunding che nasce per sostenere economicamente la propria squadra del cuore.

Le startup italiane
La competizione «pitch» vedrà protagoniste ben duecento aziende delle oltre mille che ne hanno fatto richiesta. Si tratta di una vetrina per le startup che saliranno sul palco per mostrare la loro idea e saranno valutate da un board di 150 giudici eccellenti. L'Italia in questa competizione gioca un ruolo di rilievo, con 41 startup tricolore in gara:

io; Buzzdetector; NearIT; DataLabor.Com; MyFoody; Sellf; Pony Zero Srl; ARM23 srl; Vicker; Quibee; ChatSim; Herotech; Johannes Printing Memories; Kleeia; Mister Lavaggio; ProNatives; RiskAPP; SolidColor; Swapush; Taskomat; The Invisible Hand; Theme Chat; Triboom; Tuscanery; UAU Art; WARDA s.r.l.; WETHOD; Wimbify; Aqrate; Aratravel Srl; Boostey; BuyMe4You Srls; ByTek Marketing SRLS; DARES TECHNOLOGIES SRL; DIAMAN Tech; Enerbrain; Eventa Srl; eWitness Italia Srl; Filo e GlassUp.

Tra queste, Tuscanery, che diffonde la tradizione gastronomica toscana nel mondo ma anche Pony Zero Srl, che offre un servizio di consegne urbane a impatto zero, riuscendo a garantire una media di 15 consegne ogni ora. C’è poi Filo che ha ideato un dispositivo da attaccare agli oggetti da non perdere e comunica con lo smartphone; oppure GlassUp che ha pensato a degli occhiali smart sui quali compaiono le notifiche del telefonino. È solo una delle tante iniziative di questa kermesse che verrà dislocata nelle varie strutture alberghiere, oltre che negli spazi del Palazzo dei Congressi di Expo 98.

Un’opportunità per la contaminazione digitale
«Oltre ad essere un'occasione imperdibile di interscambio all'insegna dell'innovazione, il Web Summit è un'opportunità per conoscere e diffondere nel mondo le tradizioni e la cultura portoghese - spiega Marcelo Rebanda, dell'Ufficio Turistico del Portogallo in Italia -. Le migliaia di partecipanti si innamoreranno di questa terra, potrebbero diventare ambassador di un Portogallo sempre più amato dai cittadini del mondo».