28 giugno 2017
Aggiornato 17:45
ultimatum agli sviluppatore

Apple, le app non aggiornate saranno eliminate dallo store

Ultimatujm agli sviluppatori: chi non aggiornerà le applicazioni obsolete presenti sullo Store, sarà costretto a vedersele cancellare. L'iter di pulizia inizierà il 7 settembre

Apple, le app non aggiornate saranno eliminate dallo store
Apple, le app non aggiornate saranno eliminate dallo store (Shutterstock.com)

ROMA - Ritorno dalle vacanze turbolento per tutti gli sviluppatori di App Store. A partire dal 7 settembre, tutti coloro che non avranno aggiornato i software delle applicazioni presenti sullo spazio, avranno 30 giorni di tempo per correggere eventuali errori di sistema o per aggiornare il software, prima che l’applicazione medesima sia «banana» da App Store.

Gli sviluppatori devono aggiornare le app
Un iter a fasi quello di Apple che partirà appunto il 7 settembre, giorno di lancio di iPhone 7 e del nuovo Apple Watch. Inizialmente Cupertino segnalerà agli sviluppatori le applicazioni che danno problemi, vanno in crash o comunque non rispettano i parametri prefissati. Da quel momento ogni sviluppatore avrà un mese di tempo per l'adeguamento, altrimenti l'app sarà cancellata dal negozio. Nessun problema invece per gli utenti che hanno acquistato e installato l'app, che continuerà a girare sui loro dispositivi. Una pulizia considerevole in vista delle allarmanti previsioni di crescita. Secondo gli analisti di SensorTower, ci saranno su Apple Store, ben 5 milioni di applicazioni. Un dato in crescita del 73% rispetto alle proiezioni iniziali di 2,93 milioni di applicazioni, alla fine del 2016, con un aumento della crescita annua pari al 14,6%. Di fatto, le applicazioni, da qui ai prossimi quattro anni, vedranno un effettivo raddoppio.

Nuove strategie di marketing
La ventata di aria fresca in casa Apple è da ricercarsi, da una parte, nel marasma di applicazioni ormai obsolete, inutilizzate e che funzionano a stento, dall’altra in nuove strategie di marketing. Inoltre, la Mela Morsica ha imposto un limite di 50 caratteri al titolo di ogni singola app: l’obiettivo principale è limitare la diffusione di applicazioni di spam. Tra i cambiamenti che potrebbero coinvolgere l’App store c’è anche l’aggiunta di ricerca annunci  e un negozio rinnovato. Questi cambiamenti sono finalizzati a dare migliori consigli sulle app da scaricare, rendendo più facile per gli utenti di condividere le applicazioni con gli amici.

Usiamo solo 1 app su quattro
Non dimentichiamo, inoltre, che stando ai dati, gli utenti utilizzano davvero pochissime applicazioni sui propri smartphone. Circa 1/4 delle app scaricate viene aperta una sola volta. Anche se si installano poche app sul proprio device, questo poi non si traduce nell’utilizzo delle stesse. Secondo la ricerca avviata da PewResearch sono soltanto cinque le applicazioni che vengono avviate a settimana, mentre solo il 16% ne utilizza più di 10. E allora una domanda sorge spontanea: il mercato delle app è destinato a ridimensionarsi?