26 gennaio 2020
Aggiornato 13:30
crowdfunding

Kickstarter ha generato 300mila posti di lavoro

Secondo uno studio la piattaforma di crowdfunding Kickstarter ha generato ben 300mila posti di lavoro dal suo lancio. Il report ha analizzato oltre 61mila casi di successo

ROMA - 300mila posti di lavoro di cui 29600 full time e 282mila part time. Sono queste le opportunità che la piattaforma di crowdfunding avrebbe creato, secondo i calcoli di uno studio, dal momento della sua nascita. Lo studio è stato realizzato dal professor Ethan Mollick dell’Università della Pennsylvania.

Kickstarter crea lavoro
L’esperto e appassionato di Kickstarter ha analizzato ben 61.654 casi di successo, dal 2009 al 2015. Un lavoro ambizioso e faticoso, ma che ha permesso di capire che ogni dollaro investito nei progetti presenti sulla piattaforma ha fruttato 2,46 dollari, registrando un aumento del 250% circa, con particolare occhi di riguardo ai settori del food e del design di prodotto dove questa cifra tende ad essere decisamente più alta. Parlando in valori assoluti, il report stima che Kickstarter abbia generato un introito pari a 5,3 miliardi di dollari per i maker e la community.

Porte aperte
La piattaforma di crowdfunding ha, inoltre, aumentato le possibilità delle startup di avere maggiori contatti con il mondo esterno, in un’ottica di open innovation quanto piuttosto di partner realmente intenzionati anche al capitale umano delle aziende medesime. Il 21% degli intervistati ha, infatti, cominciato a guadagnare di più: musicisti, autori di videogiochi e registi hanno iniziato ad avere rapporto con case discografiche, cinematografiche ed editrici dopo l’esperienza su Kickstarter.

Smartwatch e Oculus Rift
Grazie a Kickstarter, inoltre, sono nati numerosi emblemi e gadget oggi ampiamente diffusi come gli smartwatch (della Pebble) e gli Oculus Rift. E’ stato proprio grazie al prodotto della Pebble che lo smartwatch si è affermato presso il grande pubblico come gadget, mentre i due miliardi raccolti da Oculus Rift hanno contribuito ad attirare l’interesse di Facebook per l’azienda.

A volte non funziona
Un buon trampolino di lancio, ma non cerro una garanzia di successo: sulla piattaforma Kickstarter sono stati ospitati oltre 196mila progetti che non sono poi andati a buon fine. Tra questi il 10% non è riuscito a mantenere le promesse iniziali fatte agli investitori