4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
innovazione

Purassanta: «A Milano la più bella sede Microsoft del mondo»

Sorgerà all’interno del primo edificio pubblico progettato da Herzog & De Meuron per conto di Feltrinelli. Polo di innovazione, tecnologia, smartworking e molto altro: l'inaugurazione è prevista per febbraio 2017

MILANO - Sarà inaugurata a febbraio 2017 nel centro di Milano la nuova sede di Microsoft Italia, a seguito dell’accordo con COIMA SGR. Il nuovo spazio sarà realizzato all’interno del primo edificio pubblico progettato da Herzog & De Meuron per conto del Gruppo Feltrinelli nella rinnovata area di Porta Volta diventata in questi ultimi anni un grande polo di innovazione culturale e sociale.

La nuova sede di Microsoft a Milano
Il progetto si inserisce in un percorso che Microsoft Italia ha intrapreso da 10 anni all’insegna del «New World of Work», un approccio alle dinamiche professionali che prevede maggior flessibilità dei propri collaboratori nell’ottica dello smartworking, l’utilizzo di spazi funzionali e tecnologie innovative per massimizzare contemporaneamente produttività e collaborazione. In Italia, negli ultimi anni sono state diverse le organizzazioni che si sono ispirate al nuovo modo di lavorare e alle tecnologie Microsoft traendone benefici sia a livello di competitività dell’organizzazione che del benessere dei dipendenti. Le persone e l’ecosistema sono i protagonisti di questo nuovo progetto: il well being e la conciliazione delle esigenze personali e professionali sono il fulcro attorno al quale ruotano la gestione del tempo e il modo di lavorare e dove la flessibilità diventa un importante strumento per il raggiungimento degli obiettivi. Sempre di più la collaborazione estesa con clienti e partner è il vero modo di fare innovazione soprattutto nel business della trasformazione digitale.

«La più bella sede di Microsoft del mondo»
Un altro elemento distintivo della nuova sede è il forte spirito di apertura e di coinvolgimento della città, dei clienti, partner e consumatori, con aree dedicate fra cui una classe digitale, dove i professori e gli studenti potranno avvicinarsi alle nuove tecnologie per imparare, cogliendo le opportunità della didattica digitale e un rinnovato Microsoft Technology Center che consentirà a clienti e partner di realizzare, con il supporto di professionisti e tecnologie innovative, progetti di trasformazione digitale. Nell’area dedicata al mondo dei consumatori sarà possibile scoprire e sperimentare le ultime soluzioni tecnologiche per divertirsi, comunicare e innovare. Infine, sarà presente un laboratorio dove sviluppatori, startup e professionisti IT potranno formarsi e aumentare le competenze sulle soluzioni Microsoft. «Con questo progetto vogliamo essere sempre più vicini ai nostri clienti, ai partner, ai consumatori e ai cittadini di una delle più vivaci metropoli italiane ed europee. La nuova sede si ispira a quattro importanti elementi chiave che oggi fanno parte della cultura di Microsoft, un’azienda che sta contribuendo all’evoluzione digitale del nostro Paese: flessibilità, collaborazione, apertura ed innovazione – ha spiegato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato Microsoft Italia -. Spazi che favoriscono la produttività e connotati dalla creatività e dal design italiano, uniti alla tecnologia più avanzata per sperimentare le potenzialità del digitale: tutte caratteristiche che fanno della prossima sede il nuovo indirizzo per l’innovazione in Italia, nonché, lo dico con orgoglio, la più bella e sorprendente sede Microsoft nel mondo».

Le tecnologie SmartBuilding
La nuova sede sarà anche un live showcase delle ultime tecnologie in ambito SmartBuilding, dove sensori, assistenti virtuali, schermi multimediali e applicazioni renderanno sempre più dinamica l’interazione tra persone, spazi e informazioni. Per esempio, grazie alla presenza di sensori Internet of Things sarà possibile raccogliere diverse informazioni sul funzionamento della nuova sede che una volta analizzate con strumenti di Business Intelligence come PowerBI svilupperanno dei cruscotti digitali per controllare lo stato ambientale e gli indicatori delle principali attività che si svolgeranno nella struttura.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal