20 luglio 2019
Aggiornato 22:30
mise e istat

#StartupSurvey, buona la risposta alla prima indagine sulle startup

Sono 2275 i questionari dello #StartupSurvey compilati dalle startup italiane iscritte al Registro delle imprese. Le regioni più partecipative sono state Lombardia, Emilia Romagna e Lazio

ROMA - Quanto a comunicazione le startup non si sono certo lasciate sfuggire l’occasione di parlare un po’ di sé: del resto anche un sondaggio può essere una buona opportunità. Quasi la metà delle startup interpellate dal Mise, infatti, hanno risposto al primo sondaggio che le riguarda. Sono 2275 i questionari dello #StartupSurvey compilati, inclusivi di 1027 suggerimenti di policy individuali.

L’indagine #StartupSurvey
L’indagine #StartupSurvey è stata promossa da Istat e Ministero dello Sviluppo Economico e nata dall’esigenza di rilevare alcuni elementi del mondo startup ulteriori rispetto ai dati già a disposizione dell’Amministrazione – e dei cittadini, in quanto liberamente accessibili – ossia quelli della sezione speciale (file .zip) del Registro delle Imprese. Seppur estensivi, e settimanalmente aggiornati, i dati catturano essenzialmente gli aspetti quantitativi del fenomeno, legati principalmente alle caratteristiche oggettive, quantificabili delle imprese: numero di startup avviate, di personale coinvolto, valore della produzione generato, distribuzione geografica e settoriale. La Survey ha voluto, invece, indagare principalmente aspetti qualitativi, spesso afferenti ad aspetti più soggettivi delle attività, di particolare interesse dal punto sociologico è culturale, che consentiranno di effettuare analisi più approfondite e diversificate.

Le regioni più comunicative
Le regioni più partecipative sono state la Lombardia (con 501 questionari compilati), l’Emilia-Romagna (258) e il Lazio (200), mentre hanno fatto registrare una partecipazione superiore al 50% il Friuli Venezia Giulia, il Trentino-Alto Adige e la Valle d’Aosta. Da notare che proprio nella più piccola regione italiana hanno partecipato 7 delle 11 startup registrate al 31 dicembre 2015. Il patrimonio di esperienze e dati raccolti sarà tradotti in informazioni sintetiche che saranno pubblicate nel mese di settembre.