25 giugno 2017
Aggiornato 05:30
robotica

Il robot umanoide che somiglia a Scarlett Johansson

Il robot umanoide è in grado di strizzare gli occhi, sorridere e compiere alcuni semplici movimenti. E' stato realizzato dopo un anno e mezzo di lavoro da Ricky Ma, grafico di Hong Kong

HONG KONG - La donna dei suoi sogni se l’è realizzata da solo, in casa, esponendola sul balcone. Si chiama Mark 1 ed è un robot umanoide realizzato a grandezza naturale praticamente identico all’attrice e star di Hollywood Scarlett Johansson. A darle «vita» e forma è stato il 42enne Ricky Ma, disegnatore grafico di Hong Kong.

Il robot che somiglia a Scarlett Johansson
Mark 1 ha boccoli biondi, occhi azzurri, labbra carnose e una pancia piatta da fare invia a qualsiasi donna. Vale ben 50mila dollari, il budget speso dal suo creatore in un anno e mezzo di lavoro per creare questo robot umanoide. La realizzazione di un sogno perché Ricky Ma pensa e si occupa di robotica da quando era piccino e immaginava di realizzare un robot tutto per lui. Mark 1, di fatto, ha le sembianze di Scarlett Johansson, una delle attrici più belle dell’attuale panorama cinematografico. Il robot è in grado di compiere dei piccoli movimenti, molto semplici, alla stregua di quelli più frequenti che compiamo tutti i giorni. La caratteristica principale di questo robot sta nella vasta moltitudine di espressioni che può avere il suo viso. Sa fare l’occhiolino e al complimento «Sei bellissima», il suo volto si rilassa, le labbra sorridono in modo naturale e risponde «Hehe, grazie»

Un libro per raccontare la sua esperienza
Lo scheletro di Mark 1 è stampato per il 70% in 3D ed è sistemato sotto la pelle realizzata in silicone e che nasconde per parti elettroniche e meccaniche. Ora Ricky Ma spera che qualche investitore compri il prototipo e creda alle sue idee: si dedicherà alla stesura di un libro per raccontare le sue esperienze e soprattutto per mandare un messaggio importante a tutti gli appassionati di elettronica: niente è impossibile.