25 settembre 2020
Aggiornato 17:30
per 100 milioni di dollari

Snapchat compra Bitstrip e dice ciao a Facebook

La transazione è stata di 100 milioni di dollari tra contanti e azioni. Il segreto di Bitmoji sta nel fatto che l’applicazione dà all’utente la possibilità di creare un proprio avatar dettagliato, per usarlo poi nelle chat

ROMA - Snapchat compra Bitstrips, l’app che dà all’utente la possibilità di creare delle emoticon personalizzabili. E lo fa per la modica cifra di 100 milioni di dollari tra contanti e azioni, valore che - secondo gli esperti - pare alquanto esagerato perché, parliamoci chiaro, replicare le emoji di Bitmoji non sarebbe così complicato, soprattutto per gli sviluppatori che stanno dietro Snapchat.

Snapchat compra Bitmoji
Il segreto di Bitmoji, però, sta nel fatto che l’applicazione dà all’utente la possibilità di creare un proprio avatar dettagliato, con tanto di outfit, dandogli quasi una vita propria, così da poter essere personalizzato a piacimento e utilizzati nelle conversazioni online. Un valore aggiunto per Snapchat che ha visto lungo e si muove costantemente verso la personalizzazione delle sue funzioni. Anche perché, diciamolo, stare al passo con Facebook e Messanger non certo semplice, soprattutto dopo i recenti aggiornamenti operati da Mark Zuckerberg e company.

Personalizzazione delle emoji
Entrambe le compagnie hanno declinato qualsiasi tipo di commento. Nata nel 2007, Bitstrips ha la sua base operativa a Toronto e permette alle persone di creare avatar e usarli per comunicare in molte piattaforme digitali. La compagnia, dall’anno della sua nascita, ha messo in commercio vari prodotti tra cui Bitstrips.com, Bitstrips Facebook app, Bitstrips mobile app (per Android e Ios) e Bitmoji, la loro ultima applicazione per cellulari, risalente al 2014. Ciò che ha reso l’applicazione Bitmoji così famosa, è che trasforma le persone in un vero e proprio set personale e realistico di emoji che può essere usato in qualsiasi tipo di chat. Una scelta che porterà Snapchat a crescere maggiormente come fatto negli ultimi tempi: a metà 2015 solo il 28% degli utenti mostravano fedeltà assoluta a Snapchat. Ora la percentuale è decisamente cambiata.