30 settembre 2020
Aggiornato 01:30
Per chi non può leggere

Wikipedia diventerà l'enciclopedia parlante

Le riproduzioni in lingua svedese, inglese e araba sarà terminata a fine 2017. Dopo, attraverso la collaborazione degli utenti, Wikipedia sarà convertita in vocale in tutte le altre lingue

STOCCOLMA - Wikipedia si potrà ascoltare, oltre che leggere. L'esigenza di rendere la più grande enciclopedia online fruibile a tutti - e quindi anche a chi ha difficoltà a leggere o vedere - ha portato i suoi founder a collaborare con il Kungliga Tekniska Högskolan, l’Istituto Reale di Tecnologia di Stoccolma per rendere l'enciclopedia parlante.

Wikipedia diventa l'enciclopedia parlante
Entro la fine del 2017 i ricercatori del politecnico svedese svilupperanno un sistema di sintesi vocale che permetterà di ascoltare le pagine dell'enciclopedia, prima in svedese, inglese e arabo e - grazie all'aiuto di tutti gli utenti - anche nelle altre lingue del mondo. Una vera e propria rivoluzione pensata per chi, per un motivo o altro, ha difficoltà di lettura. Pensate, ad esempio, se dovete avere qualche informazione specifica mentre state guidando. L'enciclopedia parlante faciliterebbe a non distogliere lo sguardo dalla strada e continuare a guidare avendo comunque accesso alle informazioni desiderate. Secondo Wikimedia (la fondazione senza fini di lucro a cui fa riferimento Wikipedia), tuttavia, la nuova versione parlante dell'enciclopedia sarà utilizzata solo dal 25 per cento dei suoi lettori, anche in circostanze in cui non è possibile scegliere testi. Malgrado le previsioni i ricercatori sono ottimisti: le riproduzione in lingua arabo, peraltro, dimostrerà che la tecnologia può funzionare non solo per i paesi occidentali, ma anche per quelli di tutto il mondo.

Gli utenti potranno registrare nuovi vocaboli
Dopo le lingue svedese, inglese e arabo il progetto si allargherà a tutti gli altri idiomi (oltre 280) in cui è disponibile l’enciclopedia online. E qui entrerà in gioco il meccanismo di crowdsourcing, la collaborazione del pubblico, su cui Wikipedia ha costruito la sua fortuna. Gli utenti potranno infatti aiutare a migliorare le versioni audio delle lingue, correggendo la pronuncia e inserendo nuovi vocaboli. La nuova tecnologia, sulla filosofia di Wikipedia, sarà distribuita open source, liberamente e potrà essere utilizzata su tutti i siti costruiti sulla piattaforma MediaWiki. Il progetto sarà finanziato dalla PTS (l’autorità svedese sulle comunicazioni elettroniche e i servizi postali) con un budget di circa 300 mila euro.