26 settembre 2020
Aggiornato 17:00
strage san bernardino

Disputa iPhone, Onu difende Apple: Fbi rischia vaso di Pandora

Costringere Apple a piegarsi a una ingiunzione giudiziaria avrebbe "conseguenze negative" a livello globale, ammonisce l'Alto Commissariato Onu per i diritti umani

GINEVRA - Le Nazioni Unite scendono in campo a fianco della Apple nella disputa con l'Fbi. I tentativi del Federal Bureau of Investigation di costringere la Apple a sbloccare l'iPhone dell'autore della strage di San Bernardino potrebbero "aprire un vaso di Pandora" e avere "implicazioni estremamente dannose per i diritti umani di milioni di persone, compresa la loro sicurezza fisica e finanziaria", ha dichiarato in una nota Zeid Ra'ad Al Hussein, Alto Commissario Onu per i Diritti Umani. (fonte afp)

Nazioni Unite a fianco di Apple
Costringere Apple a piegarsi a una ingiunzione giudiziaria avrebbe "conseguenze negative" a livello globale, ammonisce l'Alto Commissariato Onu per i diritti umani. "Con l'obiettivo di risolvere un problema di sicurezza relativo al criptaggio di dati in un caso ben preciso, le autorità rischiano di aprire un vaso di Pandora, con implicazioni che potrebbero essere estremamente dannose per i diritti umani di milioni di persone e anche per la loro sicurezza fisica e finanziaria", afferma l'Alto Commissario Zeid Ra'ad Al Hussein in un comunicato.