29 novembre 2020
Aggiornato 11:00
Astronomia

Agli asteroidi saranno assegnati i nomi dei russi

I nomi degli scienziati russi saranno assegnati a due asteroidi del Sistema solare. L'Unione astronomica internazionale ha deliberato di chiamare i corpi celesti in onore di Viktor Grohovskij e Maria Grizevic.

I nomi degli scienziati russi saranno assegnati a due asteroidi del Sistema solare. L'Unione astronomica internazionale ha deliberato di chiamare i corpi celesti in onore di Viktor Grohovskij e Maria Grizevic.

Secondo quanto ritenuto dagli esperti, gli specialisti dell'Università federale degli Urali (UrFU) hanno dato un grande contributo allo studio del meteorite di Celyabinsk. «L'alieno» venuto dallo spazio ha suscitato molto clamore il 15 febbraio del 2013, rendendo Celyabinsk, la città degli Urali, famosa in tutto il mondo.

Secondo la versione della rivista Nature, Viktor Grohovskij è entrato nel 2013 nella classifica dei dieci scienziati che hanno cambiato il mondo. Il gruppo degli scienziati da lui guidato ha trovato i resti del meteorite nei pressi del lago di Cebarkul e ha effettuato la loro analisi preliminare. Il meteorite di Celyabinsk è stato per ora riconosciuto il più grande corpo celeste caduto sulla Terra dopo il leggendario meteorite di Tynguska (1908). Il diametro del «Celyabinsk» era di circa 17 metri, mentre la massa – era di oltre 10 mila tonnellate. Entrando nell'atmosfera della Terra il meteorite si è frammentato in numerosi pezzi che sono caduti sul territorio della provincia di Celyabinsk. La caduta del corpo celeste frammentato ha mandato in frantumi i vetri delle finestre in numerose abitazioni. A Celyabinsk è crollato un muro di un'azienda che produceva zinco. Centinaia di abitanti della regione hanno riportato le ferite, per lo più i tagli dai frantumi di vetri.

Una spedizione guidata da Viktor Grohovskij è stata inviata per la ricerca dei frammenti del corpo celeste. Gli scienziati sono riusciti a raccogliere i frammenti del meteorite, il più grande dei quali pesava 570 chili. Il fatto che in suo onore sarà nominato uno dei migliaia di asteroidi anonimi scoperti dai ricercatori dello spazio è diventato per Viktor Grohovskij una piacevole sorpresa, ha fatto notare lui in un'intervista concessa a La Voce della Russia.

E' una valutazione abbastanza seria del mio lavoro. E' legata certamente al meteorite «Celyabinsk». Il nostro laboratorio è stato il primo nello studio della sostanza, nella valutazione del meteorite, in tutti i commenti. Ciò è stato notato. Non sono stato personalmente io però, ma tutto il mio laboratorio.

Nello stesso laboratorio dell'Università federale degli Urali (UrFU) lavora anche un altro candidato alla nomina Maria Grizevic. Anche il suo nome sarà assegnato a un asteroide. La specializzazione di Maria – è la fisica delle meteore, ha fatto notare il suo superiore Viktor Grohovskij:

Ha lavorato sulla traiettoria dello stesso meteorite di Celyabinsk. Principalmente la sua attività è legata alla fisica dei bolidi – come si comporta un corpo nell'atmosfera, come si frammenta ecc.

E' curioso che dopo la comunicazione della decisione sulla nomina, Maria è riuscita a fare un'altra scoperta importante. Ha effettuato i calcoli della traiettoria del bolide volato sopra la penisola di Kola il 19 aprile scorso. Il fenomeno è stato osservato non soltanto in Russia, ma anche in Norvegia e Finlandia. Grazie alle ricerche di Grizevic si è riusciti a trovare i frammenti del bolide dal peso di 120 e 48 chili. Purtroppo gli altri sono spariti senza lasciare traccia in una località paludosa nell'area della caduta.

Non è la prima volta che i nomi degli scienziati degli Urali sono assegnati ai corpi celesti. Nel 1995 un piccolo pianeta è stato chiamato in onore della professoressa Claudia Barhatova. Per quanto riguardano gli asteroidi hanno il diritto a un nome proprio soltanto quelli asteroidi le cui traiettorie sono state calcolate dagli specialisti. Solo un quinto su un totale dei centinaia di migliaia di pellegrini spaziali appartengono a questa categoria.