Norvegia, dalla Siria semi vegetali conservati nell'Artico

Dal febbraio 2008, a circa un migliaio di chilometri dal Polo Nord, l'arcipelago norvegese di Svalbard (Spitzberg) ospita un deposito sotterraneo internazionale di semi vegetali, una sorta di serra gigante nascosta nelle montagne e controllata a vista

OSLO - Campioni di vegetali giunti dalla Siria, sul ciglio della guerra civile, sono arrivati sull'«Arca di Noè verde» costruita nell'Artico per garantire la biodiversità in caso di catastrofi naturali, conflitti e cambiamenti climatici.

Cassaforte del giorno del Giudizio - Dal febbraio 2008, a circa un migliaio di chilometri dal Polo Nord, l'arcipelago norvegese di Svalbard (Spitzberg) ospita un deposito sotterraneo internazionale di semi vegetali, una sorta di serra gigante nascosta nelle montagne e controllata a vista. Il deposito, soprannominato «Cassaforte del giorno del Giudizio», questa settimana riceverà circa 25.000 nuovi campioni di sementi, arrivando 740.000 varietà immagazzinate.
«Il carico siriano è sicuramente quello più interessante a causa della situazione politica e di sicurezza che si vive nel Paese», ha dichiarato Cary Fowler, direttore del Fondo mondiale per la diversità delle colture. Il mittente è il centro internazionale di ricerca agronomico di Aleppo, seconda città della Siria, che ha inviato circa 14.000 campioni di semi di vegetali e legumi.
Conservati in condizioni ottimali, i semi restano di proprietà degli Stati e delle istituzioni che le hanno inviate. Potranno essere utilizzati per trapiantare una specie vegetale minacciata di estinzione.