11 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Scienze biologiche

Anche i piranha sanno «parlare»

Emettono suoni con i muscoli della vescica natatoria e utilizzando i muscoli ad essa associati

LIEGI - Anche se sembra che sappiano farsi capire solo a suon di morsi, in realtà anche i piranha sanno emettere dei versi. Lo hanno dimostrato Sandie Millot, Pierre Vandewalle ed Eric Parmentier dell'Università di Liegi in uno studio pubblicato dal Journal of Experimental Biology. I tre ricercatori hanno notato che era sufficiente afferrare i piranha perché emettessero un suono. Incuriositi da questo fenomeno, hanno deciso di immergere un idrofono in una vasca contenente i pesci per registrare i loro versi e hanno, così, scoperto che in genere i piranha nuotano in silenzio, ma non appena si scontrano producono lo stesso suono che gli scienziati avevano sentito afferrando il pesce. Oltre a questo suono soffocato, quando i piranha competono per il cibo sanno emettere anche un suono simile a quello di un tamburo, mentre quando chiudono le loro mascelle producono un suono più leggero e rauco. Il tutto, spiegano i ricercatori, facendo vibrare la porzione anteriore della vescica natatoria e utilizzando i muscoli ad essa associati. Questi ultimi sono, infatti, in grado di regolare le vibrazioni e la frequenza del suono.