24 ottobre 2020
Aggiornato 05:00
Internet | Alleanze

Aol vuole la fusione con Yahoo

I concorrenti di Google tentano di unirsi per resistere. Yahoo vale in borsa più di 18 miliardi di dollari mentre Aol vale solo 1,6 e perde soldi

NEW YORK - L'amministratore delegato di Aol, Tim Armstrong, vuole fondere la sua società con Yahoo e ha dato mandato a dei consulenti esterni di esplorare le possibilità di combinare le due aziende Internet. Aol aveva già provato l'anno scorso a mettere insieme le due società ma l'allora amministratore delegato di Yahoo, Carol Bartz, aveva rifiutato le avance di Armstrong. Il 6 settembre Bartz è stata licenziata e Armstrong è tornato alla carica.

Fonti di Aol hanno detto a Bloomberg News che Armstrong vorrebbe far comprare la sua società da Yahoo e restare come a.d. della nuova azienda risultante della fusione, che dovrebbe avere le dimensioni necessarie per tenere testa a Google e Facebook. Ma altre fonti hanno spiegato che Yahoo probabilmente non è interessata vista la differenza tra le dimensioni delle due società: Yahoo vale in borsa più di 18 miliardi di dollari mentre Aol vale solo 1,6 e perde soldi, dopo essere stata uno dei pionieri di Internet con il nome di America Online. Ma anche Yahoo, che un tempo valeva 80 miliardi, ha perso la posizione che aveva prima dell'avvento di Google. E ha già rifiutato un'offerta, nel 2008, quando Microsoft aveva messo sul piatto più di 47 miliardi per comprarla.