19 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Scozia | Ambiente

Fuoriuscita di greggio nel Mare del Nord da piattaforma Shell

Tra gennaio e aprile di quest'anno la piattaforma ha prodotto una media di 13.500 barili di petrolio al giorno

ROMA - I tecnici della Shell stanno lottando in queste ore contro una fuoriscita di greggio da una piattaforma petrolifera nel Mare di Nord, di fronte alla Scozia. La falla è stata individuata nei giorni scorsi dalla piattaforma di Gannet Alpha, 180 chilometri al largo di Aberdeen, Scotland. Shell - scrive la BBC - ha confermato che la perdita di greggio è ancora in corso ma l'ha definita «non significativa».

La compagnia petrolifera non ha voluto indicare finora la quantità di petrolio finita in mare: uno dei pozzi della piattaforma, comunque, è stato chiuso, ma non è chiaro se complessivamente, la produzione della Shell verrà ridotta. Tra gennaio e aprile di quest'anno la piattaforma ha prodotto una media di 13.500 barili di petrolio al giorno.
La compagnia ha detto di aver inviato sul posto una nave equipaggiata per le operazioni di bonifica e un elicottero per monitorare la superficie del mare.