11 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
L'ultimo sondaggio inglese getta un'ombra sull'istinto paterno

Ricerca-choc sull'olfatto maschile: meglio il bacon dei bebè

Fra i profumi che rendono felice un uomo i neonati sono in coda. In testa il pane sfornato, le lenzuola fresce e l'erba tagliata

LONDRA - L'ultimo sondaggio inglese getta un'ombra sull'istinto paterno: sembra infatti che, per gli uomini intervistati, nella scala degli odori il profumo del bebè arrivi dopo il bacon e il pollo fritto. L'indagine - condotta da OnePoll.com su 4mila cittadini britannici - piazza in cima alla lista dei profumi che «rendono felici» i maschi del Regno il pane appena sfornato, le lenzuola fresche di bucato e l'erba tagliata.

Poi arrivano i fiori freschi, i chicchi di caffé, l'aria dopo la pioggia, vaniglia, cioccolato, pesce fritto e patatine, pancetta, arrosto di carne e, soltanto al 12esimo posto, i neonati. Questi ultimi battono, anche se di poco, la benzina (15esimo posto) e le gomme d'auto (20esimo). I bebè non riescono a imporsi nemmeno sull'olfatto femminile, se è vero che le donne come profumi prediletti scelgono il pane, l'erba e le lenzuola di bucato, insieme ai fiori freschi e la vaniglia.

Il profumo del neonato stavolta però riesce a piazzarsi nella top ten, in nona posizione, fra il cioccolato e la lavanda. Stando alla ricerca, i profumi preferiti vengono principalmente associati ai ricordi felici dell'infanzia, seguiti dalla 'sensazione di casa' e dal buon cibo. Ma mentre le donne tendono a prediligere gli odori che accostano al focolare domestico o alle persone amate, gli uomini preferiscono aromi eccitanti e rinvigorenti.

Nove donne su dieci ammettono che un buon profumo è in grado di cambiare il loro umore, mentre otto uomini su dieci affermano che certi odori li rendono felici. E in effetti, circa la metà degli intervistati di sesso maschile (48 percento) confessa di usare profumi per l'ambiente; un quarto è convinto che favoriscano il rilassamento e il benessere.

«Gli odori hanno il potere di farci rivivere il passato e trasportarci in luoghi o tempi felici, ricordarci di una persona speciale evocando sentimenti di nostalgia o particolare agio» commenta la psicologa Pamela Dalton, intervistata in proposito dal Daily Telegraph. «Il legame fra profumo e memoria è molto importante - fa notare - e la reazione di ciascuno ai singoli odori è davvero unica, dipende dalle nostre caratteristiche di individui, dalle nostre esperienze».