20 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
Oggetto da decenni di una caccia spietata

Il «mostro di Loch Ness» fotografato su Google Earth

Il «Sun» lo sbatte in prima pagina

LONDRA - Oggetto da decenni di una caccia spietata da parte di appassionati del mistero, è sfuggito agli strumenti dei ricercatori scientifici, ma non agli «occhi» acutissimi di Google Earth: Nessie, il mostro che abiterebbe le gelide acque del Loch Ness in Scozia, sarebbe stato individuato su una delle immagini del popolare servizio di visualizzazione da un lettore del tabloid britannico The Sun. Che, ovviamente, si è affrettato a sbattere il mostro in prima pagina.

La foto mostra una «creatura» dal corpo ovale, con appendici posteriori che potrebbero essere quattro pinne e una lunga coda. A individuarlo nel repertorio di Google Earth è stato - riferisce The Sun - un signore di nome Jason Cooke, 27 anni, di professione guardia di sicurezza. «Non riuscivo a crederci», ha detto. «E' proprio uguale alle descrizioni di Nessie».

Adrian Shine, uno degli esperti del Loch Ness Project (un programma che da anni studia testimonianze e immagini delle apparizioni di Nessie, e organizza spedizioni alla sua caccia), ha definito «davvero interessante» l'immagine, aggiungendo però che «sono necessari ulteriori approfondimenti.

La leggenda del mostro del Loch Ness è iniziata negli Anni Trenta del Novecento, quando cominciarono ad apparire le prime fotografie. Si è scoperto tuttavia che si tratta di qualcosa che viene da molto lontano, perché testimonianze di avvistamenti sono state rintracciate in documenti che risalgono al Medio Evo. Nessuna delle tante spedizioni scientifiche effettuate è mai riuscita ad avere conferma definitiva della sua esistenza, malgrado diverse «tracce», come confuse immagini e rilevamenti sonar.

Per i più, si tratta soltanto di avvistamenti di oggetti comuni che l'immaginazione si occupa di interpretare come esseri fantastici. Ma c'è chi ipotizza che il lago (molto profondo) ospiti per davvero una «colonia» di creature ittiche ignote alla scienza.

Le coordinate della foto su Google Earth sono: Latitudine 57°12'52.13«N, Longitudine 4°34'14.16«W.