28 gennaio 2020
Aggiornato 11:30
EcolabelPiemonte, progetto del Centro Studi Ambientali di Torino

In Alta Langa sventola la prima bandiera Ecolabel

Consegnata la bandiera Ecolabel alla dimora storico romantica “Il Sole e la Luna”

Una grande attenzione alle tematiche ambientali e alla bioedilizia hanno permesso alla dimora storico romantica Il Sole e la Luna di Cerretto Langhe di ottenere il prestigioso riconoscimento ambientale Ecolabel europeo.
Da venerdì 12 settembre sventola la prima bandiera Ecolabel in Alta Langa, grazie ad un lavoro di équipe che ha coinvolto diversi partner, dal Gal Langhe Roero Leader alla Regione Piemonte, Assessorati alla Montagna e all’Ambiente, fino al Centro Studi Ambientali, che con il progetto EcolabelPiemonte ha seguito la struttura nell’iter di certificazione.

EcolabelPiemonte, progetto del Centro Studi Ambientali di Torino finanziato dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Piemonte, «si contraddistingue proprio per l’accompagnamento e l’assistenza nell’iter della certificazione delle strutture ricettive, la loro promozione sia a livello regionale sia nazionale e la creazione di uno sportello informativo per tutti coloro che vogliano fare della propria impresa un simbolo di rispetto per l’ambiente», spiega Cosimo Biasi del Centro Studi Ambientali.

La certificazione Ecolabel, simbolo del turismo ecosostenibile, nasce infatti per distinguere le imprese che si caratterizzano per un alto livello di qualità ambientale. Tra queste, agriturismi, campeggi, rifugi e catene alberghiere, che hanno in comune «gli elementi essenziali per realizzare un progetto: uomini, idee e risorse», sottolinea Giorgio Manfredi, Presidente del GAL Langhe Roero Leader.

«Con Il Sole e la Luna sono ora 16 in Piemonte le strutture ricettive con l’Ecolabel europeo, marchio di qualità e sinonimo di rispetto per l’ambiente» - annuncia Nicola De Ruggiero, Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte -. «Questa struttura ha una marcia in più, data dall’attenzione nei confronti della bioedilizia e delle tematiche ambientali, con un grande impegno rivolto alla riduzione dei consumi di acqua, energia e della produzione dei rifiuti».

Un edificio risalente al 1600, prima convento poi albergo, «Il Sole e la Luna» è ora una dimora integralmente ristrutturata, «preservando alcuni segni del passato, ma al tempo stesso utilizzando tecnologie innovative», sottolinea Giorgio Torrengo, proprietario della struttura. Tra i fiori all’occhiello nel rispetto dell’ambiente: pannelli fotovoltaici che garantiscono un’autonomia nei consumi di oltre il 50%, un sistema di recupero dell’acqua piovana e un impianto solare termico che consente di evitare l’emissione di CO2 pari a una volta e mezza quelle prodotte da una famiglia media italiana.

Inoltre Il Sole e la Luna aderisce al progetto T.V.B. Ti voglio bere, iniziativa a cura del Centro Studi Ambientali rivolta all’uso consapevole e alla valorizzazione dell’acqua di rubinetto da bere, che prevede l’installazione di apparecchi per il risparmio idrico e sistemi di trattamento dell’acqua potabile che ne migliorano le caratteristiche organolettiche. Il tutto nell’ottica di una riduzione dei rifiuti alla fonte.