19 giugno 2019
Aggiornato 04:30
Terorismo islamico

Filippine, islamisti uccidono 13 marines negli scontri a Marawi

Nelle scorse ore si sono verificate delle nuove violenze nella città a maggioranza musulmana, che è stata occupata da alcuni militanti islamisti e si contano almeno 20 civili tra le vittime

MARAWI, FILIPPINE - Tredici marines filippini sono morti negli scontri a fuoco con i militanti islamisti che hanno occupato parte della città di Marawi, centro a maggioranza musulmana. I militari stanno lottando da settimane per liberare la città dai combattenti che hanno innalzato la bandiera dello Stato Islamico e hanno usato armi pesanti e scudi umani per fortificare le loro posizioni. Il tenente colonnello Jo-ar Herrera ha dichiarato che i militari stanno verificando il numero di soldati feriti nella battaglia porta a porta. Il bilancio degli scontri sale così a 58 sul fronte dei militari, mentre si contano almeno 138 combattenti islamisti e 20 civili tra le vittime.