A pochi giorni dal voto

Terrorismo in Francia prima delle elezioni, a Marsiglia trovate armi e esplosivi pronti a fare una strage

A Marsiglia due uomini sono stati arrestati con l'accusa di voler compiere un attentato nei prossimi giorni. I due, 23 e 29 anni, sono di nazionalità francese già conosciuti alle forze dell'ordine per crimini non legati al terrorismo

MARSIGLIA - La Francia ripiomba nell'incubo attentati, ad una settimana dalle elezioni presidenziali. A Marsiglia due uomini sono stati arrestati con l'accusa di voler compiere un attentato nei prossimi giorni. I due, 23 e 29 anni, sono di nazionalità francese già conosciuti alle forze dell'ordine per crimini non legati al terrorismo. L'attentato è stato sventato a pochi giorni dall'esecuzione, secondo quando affermato dal ministro dell'Interno francese Matthias Fekl.

"Pronti a un'azione violenta"
"Questa mattina fra le 10 e le 11 i poliziotti della direzione generale di sicurezza interna hanno arrestato nel terzo arrondissement di Marsiglia due individui sospettati di voler commettere un'azione violenta imminente, alla vigilia delle elezioni presidenziali".

Armi e materiali per fabbricare esplosivi
Durante le perquisizioni eseguite in seguito ai due arresti sono state trovate armi e materiali per fabbricare esplosivi, ma non è stato reso noto quali sarebbero stati gli obiettivi. Nei giorni scorsi diversi candidati alle presidenziali francesi erano già stati allertati di una possibile minaccia terroristica.