29 giugno 2017
Aggiornato 11:00
Super-bomba sull'Afghanistan

Afghanistan, la «madre di tutte le bombe» Usa ha ucciso 92 persone

Il presidente americano Donald Trump ha fatto sganciare una bomba americana della potenza esplosiva di undici tonnellate di tritolo sulla provincia orientale di Nangarharche

JALALABAD - Sono almeno 92 le persone uccise dall'ordigno lanciato sull'Afghanistan dagli Stati Uniti. «La madre di tutte le bombe», è stata sganciata dall'aviazione statunitense su un complesso di tunnel delle milizie jihadiste dello Stato Islamico. Il nuovo bilancio è stato diffuso da fonti governative afgane che escludono vittime civili.

L'ordigno più potente dopo le bombe atomiche
La bomba avrebbe quasi completamente distrutto il complesso sotterraneo costruito nella provincia orientale di Nangarharche era minato per impedire attacchi convenzionali da terra. La bomba americana fatta sganciare da Donald Trump ha una potenza esplosiva pari a undici tonnellate di tritolo, ed è l'ordigno più potente mai utilizzato in combattimento dopo le bombe atomiche.