23 giugno 2017
Aggiornato 13:30
Esplode il conflitto razziale

Usa, dopo Dallas un altro afro-americano ucciso dalla polizia a Houston: era armato

La vittima si chiamava Alva Braziel, un uomo di colore di mezza età. Era armato e avrebbe puntato la sua pistola anche contro i poliziotti intervenuti per fermarlo, per questo gli hanno sparato, uccidendolo

HOUSTON - Sembra una piaga senza fine; a poche ore dalla strage di Dallas si registra negli Stati Uniti un nuovo caso di cittadino afro-americano ucciso a colpi di pistola da agenti di polizia. È accaduto a Houston, in Texas, e questo video, postato su internet, ha immediatamente fatto il giro del mondo.

Avrebbe puntato la pistola contro i poliziotti
La vittima, eccola in una foto diffusa su Twitter, si chiamava Alva Braziel, un uomo di colore di mezza età. Era armato e avrebbe puntato la sua pistola anche contro i poliziotti intervenuti per fermarlo, per questo gli hanno sparato, uccidendolo.

Nuova ondata di conflitto razziale
L'episodio riaccende le polemiche sulla violenza delle forze dell'ordine contro gli afro-americani negli Stati Uniti e sulla nuova ondata di conflitto razziale che sembra si stia diffondendo nel Paese. Solo pochi giorni fa, in Louisiana e Minnesota, due uomini di colore sono stati uccisi da poliziotti. Episodi culminati nella strage di Dallas, dove un cecchino ha ucciso per rivalsa 5 poliziotti proprio durante una protesta della comunità afro-americana contro gli abusi delle forze dell'ordine sui cittadini di colore.