24 giugno 2019
Aggiornato 21:30
Attacco a Melbourne

Un italiano tra i feriti dell'attacco a Melbourne

La Farnesina ha confermato la presenza di un cittadino italiano tra i diciotto feriti dell’attacco di ieri a Melbourne

MELBOURNE - La Farnesina ha confermato la presenza di un cittadino italiano tra i diciotto feriti dell’attacco di ieri a Melbourne, in Australia, dove un uomo ha lanciato a tutta velocità contro la folla la sua auto. Il connazionale «non è in pericolo di vita». «L’Unità di Crisi» – ha riferito la Farnesina – «segue attentamente il caso ed è in contatto sin dal primo momento con il connazionale, che non è in pericolo di vita ed è assistito dal consolato generale a Melbourne».

Altri 8 stranieri tra i 18 feriti
Oltre al cittadino italiano, ci sono altri otto stranieri tra i 18 feriti nell’attentato di ieri. Lo ha indicato la polizia australiana. L’autore dell’attacco – «un atto deliberato» secondo le autorità – è un uomo dalla duplice nazionalità (australiana e afgana) che ha detto di voler vendicare «i maltrattamenti subiti dai musulmani».

"Nessun legame con il terrorismo"
Le autorità australiane hanno spiegato comunque di non aver per ora trovato legami con organizzazioni terroristiche. Tre persone restano gravemente ferite in ospedale dopo essere state travolte dal 32enne, arrivato in Australia da rifugiato e con alle spalle problemi di droga e mentali. Il primo ministro Malcolm Turnbull ha ribadito che «in questa fase» non è stato stabilito alcun legame con il terrorismo.