6 aprile 2020
Aggiornato 01:00
Ex premier sotto accusa

Iraq, commissione d'inchiesta: ex premier responsabile della caduta di Mossul

La commissione di inchiesta varata dal Parlamento iracheno ha concluso che l'ex premier Nouri al-Maliki - insieme ad altre 35 persone - è stato fra i responsabili della caduta di Mossul nelle mani delle milizie dello Stato Islamico (Isis)

BAGHDAD (askanews) - La commissione di inchiesta varata dal Parlamento iracheno ha concluso che l'ex premier Nouri al-Maliki - insieme ad altre 35 persone - è stato fra i responsabili della caduta di Mossul nelle mani delle milizie dello Stato Islamico (Isis), nell'agosto del 2104. Il rapporto della commissione è stato trasmesso al presidente del Parlamento, Salim al-Juburi, il quale a sua volta lo invierà alla Procura generale che dovrà decidere su eventuali procedimenti giudiziari.

Esacerbòle tensioni?
Al-Maliki viene accusato di avere esacerbato le tensioni fra la maggioranza sciita e la minoranza sunnita - al potere durante la dittatura di Saddam Hussein e fra i cui ranghi l'Isis ha reclutato numerosi combattenti - e di aver trascurato l'addestramento delle forze armate nel periodo di due anni in cui ne fu a capo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal