15 ottobre 2019
Aggiornato 10:30
La Francia cavalca il disgelo tra Cuba e l'Occidente

Hollande incontra Fidel Castro: «Ha fatto la storia»

Francois Hollande ha reso oggi omaggio a Fidel Castro, incontrandolo all'Avana in una visita di stato che viene dopo la riapertura dei canali diplomatici tra gli Stati uniti e Cuba.

CUBA (askanews) - Francois Hollande ha reso oggi omaggio a Fidel Castro, incontrandolo all'Avana in una visita di stato che viene dopo la riapertura dei canali diplomatici tra gli Stati uniti e Cuba.

Fidel ha fatto la storia
«Avevo di fronte a me un uomo che ha fatto la storia. C'è un ovvio dibattito su quello che ha fatto, sulle sue responsabilità, ma venendo a Cuba volevo incontrare Castro» ha spiegato il presidente francese dopo l'incontro, affermando che il Lider Maximo ha «parlato molto», nonostante i suoi 88 anni.

Revoca dell'embargo
Hollande, accompagnato in questo viaggio dal ministro dell'Ambiente Segolène Royal e da una folta delegazione di imprenditori, ha fatto appello a una revoca dell'embargo «che ha tanto nuociuto» allo sviluppo dell'isola a partire dal 1962. La revoca dell'embargo dipenderà dal Congresso degli Stati uniti.

Primo capo di stato occidentale a Cuba dopo il disgelo
Hollande è stato il primo capo di stato occidentale a recarsi a Cuba dopo il disgelo, insistendo sui legami che uniscono Parigi all'Avana. In un discorso all'università della capitale cubana, ha chiesto che l'isola alleggerisca le «regole» per facilitare gli scambi e gli investimenti francesi.

Incontro con Raul Castro
Il capo di stato transalpino ha anche incontrato il presidente Raul Castro, appena rientrato da Roma dove ha visto papa Francesco e il presidente del Consiglio Matteo Renzi. I due presidenti hanno «evocato l'idea di rafforzare il partenariato Francia-Cuba nel rispetto del ritmo e dell'indentità di ciascuno». Raul Castro, secondo l'Eliseo, ha inoltre «sottolineato l'idea che la Francia può avere un ruolo di primo piano nella relazione tra Cuba e l'Ue", in particolare in vista del summit tra l'Ue e la Comunità degli stati dell'America latina (Celac) di giugno a Bruxelles.

La Francia è in prima linea tra i paesi che vogliono un disgelo completo, che possa concretizzarsi entro la fine di quest'anno.

(Fonte Afp)