17 luglio 2019
Aggiornato 01:00
Emergenza in Louisiana, Mississippi, Alabama

Arriva Isaac, allerta uragano in altri tre Stati

I governatori di Louisiana, Mississippi e Alabama hanno deciso di adottare questa misura, come aveva già fatto il giorno prima il loro collega della Florida. I responsabili dei tre stati hanno emesso anche un'ordinanza di evacuazione obbligatoria di alcune aree particolarmente minacciata da Isaac

TAMPA - Tre Stati americani confinanti con il Golfo del Messico sono stati posti in stato d'emergenza, ieri sera, con l'avvicinarsi dell'uragano Isaac. I governatori di Louisiana, Mississippi e Alabama hanno deciso di adottare questa misura, come aveva già fatto il giorno prima il loro collega della Florida. I responsabili dei tre stati hanno emesso anche un'ordinanza di evacuazione obbligatoria di alcune aree particolarmente minacciata da Isaac, che ha già costretto al rinvio a martedì della convention del Partito Repubblicano che si sarebbe dovuta aprire oggi a Tampa.

«Invitiamo tutti a prepararsi» all'arrivo dell'uragano, ha detto il governatore della Louisiana, Bobby Jindal, insistendo sulla necessità per ciascuna famiglia di dotarsi di riserve di acqua, alimenti non deperibili, prodotti per l'igiene, abbigliamento e farmaci. Analoghi appelli sono stati lanciati dal governatore dell'Alabama, Robert Bentley, che ha chiesto ai cittadini dello Stato di prendere le dovute precauzioni. Phil Bryant, governatore del Mississippi, ha invece rivolto un invito ai residenti dello Stato di prendere «molto seriamente» la minaccia di Isaac.

Isaac minaccia New Orleans, diventerà presto uragano - La tempesta tropicale Isaac, dopo avere schivato la Florida, punta verso la Lousiana, e secondo gli esperti si trasformerà nelle prossime ore in uragano. Il governatore della Lousiana, Bobby Jindal, ha dichiarato lo stato di emergenza e le autorità di New Orleans hanno dichiarato lo stato di massima allerta.
Isaac dovrebbe raggiungere la Lousiana martedì, proprio il giorno in cui sette anni fa il terribile uragano Katrina di categoria 5 devastò lo Stato, dove causò oltre 1800 vittime e danni per più di 80 miliardi di dollari. Anche lo Us National Hurricane Center ha dichiarato lo stato di emergenza nella parte settentrionale del golfo del Messico. Il rischio è che Isaac si trasformi in uragano di categoria tre. Per questo motivo, il partito repubblicano ha deciso di cancellare gli appuntamenti del primo giorno di convention a Tampa, rimandando il primo giorno di lavori a domani.
«La popolazione deve seguire con attenzione le previsioni meteo e tenersi pronta a ogni emergenza», ha avvertito il governatore Jindal, assicurando che «sono stati già messi a punto piani anti-uragano».