15 novembre 2019
Aggiornato 22:00
Lo riferiscono fonti somale, scrive il Sun

Kenya, turista britannica venduta ai pirati per 300mila dollari

Tebbutt ceduta in cambio di una valigia piena di soldi. Lo scambio è stato fatto nella città Amara, a nord di Mogadiscio, in Somalia

ROMA - Judith Tebbutt, la turista britannica rapita il 10 settembre in un resort vicino a Lamu, sulla costa nord-orientale del Kenya, è stata venduta ai pirati in cambio di una valigia piena di dollari, circa 300mila (228mila euro). Lo riferiscono fonti somale, scrive il Sun.

La 56enne Tebbutt, il cui marito David, 58 anni, è stato ucciso durante l'attacco degli uomini armati, potrebbe ora trascorrere mesi sotto sequestro, avverte il tabloid. Lo scambio è stato fatto nella città Amara, a nord di Mogadiscio, in Somalia. «E' stata una semplice transazione di denaro. Lei è vista come una merce da essere comprata e venduta», ha confidato una fonte in contatto con i pirati.

Amara si trova vicino alla città somala costiera di Harardhere, una delle roccaforti dei pirati somali conquistata nel maggio 2010 dagli estremisti islamici Shebab. Sempre ad Amara un'altra coppia di britannici, Paul e Rachel Chandler, catturati nel 2009 dai pirati, hanno trascorso la maggior parte del loro sequestro.