16 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Alla frontiera pachistano-afgana

Bomba causa incendio su camion cisterna Nato, 15 morti

Tra loro molti giovani. Il convoglio era diretto verso l'Afghanistan

PESHAWAR - Almeno quindici persone sono rimaste uccise vicino alla frontiera pachistano-afgana nell'incendio, provocato da una bomba, di un camion cisterna della Nato diretto verso l'Afghanistan. Lo hanno indicato responsabili pachistani.
Le vittime sono giovani che si erano radunati per recuperare la benzina che usciva dalla cisterna vicino alla città di Landi Kotal, nella provincia della Frontiera di Nord-ovest: lo ha spiegato un responsabile dell'amministrazione locale, Shafeerullah Wazir. «Il camion cisterna ha preso fuoco dopo un'esplosione provocata da una piccola bomba», ha indicato, «Gli abitanti delle case vicine si sono precipitati per raccogliere la benzina che fuoriusciva dall'autobotte danneggiata dopo che l'incendio era stato domato. Improvvisamente, il rogo è ripreso e almeno quindici persone, tra i quali cinque giovani, che raccoglievano carburante nei secchi, sono rimasti carbonizzati».