16 settembre 2019
Aggiornato 02:30
Gran Bretagna

David Cameron svela oggi i dettagli della sua «Big Society»

Pronto un fondo da 200 milioni di sterline per finanziare il volontariato. I detrattori sostengono tuttavia che il fondo non sarà sufficiente

LONDRA - Il premier britannico David Cameron presenterà oggi, in un discorso agli imprenditori a Londra, i dettagli della «sua missione in politica»: la Big Society. E' già pronta - annuncerà - una «banca» da 200 milioni di sterline (quasi 240 milioni di euro) per finanziare i progetti del volontariato.

I detrattori sostengono tuttavia che il fondo non sarà sufficiente per coprire i tagli che hanno colpito le casse delle amministrazioni locali. «Fatemi chiarire una cosa una volta per tutte: non rinuncerò a ciò in cui credo solo per un paio di cattivi titoli sui giornali», si giustificherà il leader Tory. «La Big Society è la mia missione politica. E' ciò che vogliamo - come paese - costruire. Insieme. E lotterò per questo ogni giorno, perchè la Big Society deve essere qui». Il premier britannico spiegherà che la «Grande Società» è il modo in cui sistemiamo la nostra società spezzata, come rafforziamo le nostre famiglie, come uniamo le nostre comunità».

Un sogno, quello di Cameron, che non è un'iniziativa del governo, ma - insisterà - l'opportunità data alla gente di assumere il controllo della vita e del lavoro, mentre amici, parenti e vicini miglioreranno le cose accanto a te. E una banca per fare tutto ciò è già pronta: l'istituto di credito userà dei conti «dormienti» per iniettare 240 milioni di euro in progetti approvati dal governo. Secondo un portavoce del governo «lo scopo della 'Big Society Bank' è quello di aiutare a trovare un capitale da investire a favore delle associazioni di beneficenza e imprese sociali.