5 giugno 2020
Aggiornato 15:30
Stati Uniti

Staminali, primo paziente trattato con cellule embrionali

La terapia sperimentale allo Sheperd Center di Atlanta su un uomo paralizzato a causa di una lesione al midollo spinale

NEW YORK - Cominciano i primi trattamenti con le cellule staminali embrionali negli Stati Uniti. Il primo paziente, semi paralizzato a causa di una lesione al midollo spinale, ha ricevuto un'iniezione di milioni di cellule staminali nel punto del midollo danneggiato. La terapia, ancora in fase sperimentale, è stata effettuata con l'autorizzazione della Food and Drug Administration, allo Shepard Center di Atlanta, un ospedale specializzato nel trattamento di lesioni cerebrali e del midollo spinale.
L'inizio della terapia è stato annunciato oggi dai portavoce di Geron Corp, la società biofarmaceutica con sede in California che sta finanziando gli studi. Oltre allo Sheperd Center, partecipano altri 6 ospedali alle sperimentazioni. L'obiettivo è stabilire l'efficacia e la sicurezza della terapia sui pazienti.

Per la ricerca scientifica questo è uno storico punto di svolta. Le terapie con le cellule staminali embrionali sono considerate da molti esperti il futuro della medicina, ma sono anche origine di forti controversie etiche.
Negli Stati Uniti però il finanziamento pubblico a questi studi è in dubbio. Lo scorso agosto, un giudice federale ha bloccato i finanziamenti pubblici voluti da Barack Obama alle ricerche sulle staminali, definendo incostituzionale che del denaro pubblico fosse impiegato in ricerche che prevedono la distruzione di embrioni umani. Il dipartimento di Giustizia ha fatto appello e una decisione definitiva da parte della corte è attesa a breve.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal