7 dicembre 2019
Aggiornato 23:00
Olanda

Deputato Wilders a processo per istigazione odio razziale

Il suo partito è arrivato terzo alle elezioni di giugno

AMSTERDAM - Si è aperto stamane ad Amsterdam il processo al deputato olandese di estrema destra, Geert Wilders, leader del Partito per la Libertà (PVV), accusato di istigazioneall'odio razziale e di discriminazione verso i musulmani.

All'udienza, che si è aperta attorno alle nove, erano presenti una decina dei 24 deputati del partito anti-islamico fra gli spettatori in prima fila. Geert Wilders, 47 anni, nel raggiungere in auto il tribunale, non ha voluto rilsciare dichiarazioni alla stampa.

Il capofila e fondatore del PVV è arrivato terzo alle elezioni legislative anticipate del 9 giugno in Olanda. Sotto protezione della polizia 24 ore su 24, deve rispondere all'accusa di aver qualificato l'islam come una religione "fascista" e di aver reclamato la censura del Corano, comparato al libro di Adolf Hitler, "Mein Kampf". Rischia fino a un anno di carcere o 7.600 euro di multa. Il verdetto è atteso per il 4 novembre.