16 luglio 2019
Aggiornato 01:30
Venezuela

Chavez vince ma dovrà fare i conti con l'opposizione

Al partito del presidente venezuelano 94 seggi su 165. 62 all'Unione Democratica

CARACAS - Ha vinto, ma non stravinto come sperava. Il partito del presidente venezuelano Hugo Chavez, dopo le elezioni legislative di ieri, conserva la maggioranza in Parlamento, ma l'opposizione si rafforza in modo significativo. Secondo i risultati diffusi dal Consiglio elettorale nazionale, il Partito socialista unito del Venezuela, di Chavez ha ottenuto 94 seggi su 165, mentre i partiti d'opposizione ne hanno conquistati 62. Sei seggi devono essere ancora assegnati mentre altri tre sono riservati ai partiti indigeni.
Il leader della sinistra radicale latino-americana non raggiungerà quindi il suo obiettivo di conservare i 110 deputati, i due terzi del Parlamento, necessari - come sostenuto dallo stesso Chavez in campagna elettorale - per «radicalizzare» senza ostacoli la realizzazione «del socialismo del XXI secolo».
«Miei cari compatrioti, oggi è una grande giornata perché abbiamo ottenuto una solida vittoria, sufficiente per continuare ad approfondire il Socialismo bolivariano e democratico», ha affermato il presidente sulla sua pagina sul social network Twitter.