26 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Svolta negli Usa

Staminali, nuovo sì ai test da embrionali

La Fda li aveva autorizzato già nel gennaio 2009. Ma prima che iniziassero gli studi vennero sospesi perchè vennero scoperte delle cisti nei topi ai quali erano stati iniettate le cellule

NEW YORK - L'Ente federale statunitense per la Sicurezza dei farmaci e degli alimenti (Fda) ha autorizzato il primo test negli esseri umani di una terapia basata su cellule staminali embrionali.
Come riporta il quotidiano statunitense The New York Times, gli esperimenti clinici riguarderanno cellule sviluppate dalla Geron Corporation e dall'Università della California, su pazienti affetti da lesioni alla spina dorsale.

La Fda aveva dato via libera ai test già nel gennaio del 2009, ma prima che gli studi potessero iniziare erano sorti dei problemi con la cavie di laboratorio alle quali erano state somministrate le cellule, il che aveva costretto la Geron a eseguire un ulteriore studio sui topi e verificare la purezza del ceppo.

La terapia si basa sull'iniezione sul sito della lesione di cellule staminali in grado di trasformarsi in oligodendrociti, cellule che supportano la struttura neuronale: la speranza è che le nuove cellule riescano a riparare la mielina, l'isolante che avvolge le sinapsi, in modo da permettere ai nervi di riprendere a trasmettere i segnali ai muscoli.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal