6 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Pirati somali

I marinai dell'Alakrana saranno liberati domani. Lo dice predone

Dovrebbe essere versato un riscatto di 4 milioni di dollari

MADRID - I marinai del peschereccio spagnolo Alakrana ostaggio dei pirati somali dal 2 ottobre, saranno liberati domani dopo il raggiungimento di un accordo col governo spagnolo. Lo ha detto uno dei rapitori al quotidiano spagnolo El Mundo.

«Il negoziato è ok, va bene, saranno liberati mercoledì... L'ambasciatore spagnolo in Kenia ci ha dato la parola del governo spagnolo. Il denaro del riscatto arriverà domani e gli ostaggi saranno liberati» ha detto il pirata al quotidiano.
Il pirata ha aggiunto che l'accordo prevede anche che i due pirati somali attualmente detenuti in Spagna vengano rinviati nel loro paese d'origine.

A sua volta, parlando alla radio spagnola, il capitano dell'Alakrana, Ricardo Blach, ha assicurato che tutti i marinai «sono in uona salute».

I pirati hanno rapito la nave e i 36 membri dell'equipaggio (di cui 16 spagnoli) il 2 ottobre scorso e chiesto un riscatto di 4 milioni di dollari e la liberazione di due loro compagni detenuti in Spagna, Abdu Willy e Raageggesey Adji Haman.