19 novembre 2019
Aggiornato 13:30
Pirati Somalia

La Spagna chiede navi da guerra UE per bloccare porti somali

Carme Chacon: «Non sono pirati romantici ma criminali»

MADRID - La Spagna vuole che le forze navali dell'Unione europea creino un blocco davanti ai porti della Somalia da dove partono la maggioranza degli attacchi dei pirati verso l'Oceano indiano. Lo ha annunciato il ministro della Difesa iberica, Carme Chacon.

«La Spagna proporrà ai partner dell'Unione europea, durante una riunione dei ministri degli Esteri e della Difesa lunedì e martedì prossimi, di concentrare i nostri sforzi militari sul blocco di tre porti somali», ha detto Chacon in un'intervista alla radio pubblica Rne. «Sappiamo che la maggioranza degli arrembaggi parte da tre porti somali che percorrono anche mille miglia (marine) dalla costa, come hanno fatto ieri, per compiere sequestri e rapine», ha spiegato il ministro.

«Non sono pirati romantici così come alcuni potrebbero credere. Sono autentiche organizzazioni criminali con l'obiettivo di attaccare qualsiasi tipo di nave da commercio, pescherecci a strascico, navi del Fondo dell'alimentazione mondiale» (Fao), ha detto Chacon.