19 giugno 2021
Aggiornato 02:00
Il Segretario dell'ONU parla all'avvio del summit sul cambiamento climatico

Ban denuncia «lentezza glaciale» nei negoziati

Appello dell'Onu: «Servono ritmi più rapidi e più ambizione»

NEW YORK - All'avvio del summit sul cambiamento climatico, il segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon ha denunciato una «lentezza glaciale» nei negoziati per un nuovo trattato internazionale sul dopo-Kyoto.

«Il cambiamento climatico è la questione geopolitica ed economica dominante del XXI secolo, e sconvolge l'equazione mondiale dello sviluppo, della pace e della prosperità» ha proseguito Ban, che oggi ha riunito oltre 100 leader mondiali per discutere del dossier ambientale alla vigilia della sessione ministeriale della 64esima Assemblea Generale dell'Onu.

Il segretario generale ha lanciato un appello ai capi di Stato e di governo per «accelerare il ritmo dei negoziati e rafforzare l'ambizione dell'offerta» con l'obiettivo di ottenere un accordo in tempo per la conferenza di Copenaghen di dicembre. C'è grande attesa, oggi, per il primo discorso alle Nazioni Unite del presidente americano Barack Obama. Ma annunci per un cambio di passo nelle politiche sul clima sono attesi da Cina, India e altre potenze emergenti.