18 novembre 2019
Aggiornato 23:30

Gibilterra: Ministro Esteri spagnolo martedì in visita alla Rocca

Moratinos primo Ministro a visitare colonia britannica

MADRID - Il ministro degli Esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos si recherà martedì a Gibilterra: è la prima volta che un membro del governo di Madrid si reca nella colonia britannica, dove è prevista una riunione a livello ministeriale.

Come riporta il quotidiano spagnolo El Pais, in agenda non è previsto un incontro bilaterale con l'omologo britannico David Miliband, anche se un colloquio fra i due potrebbe tenersi mercoledì a Cordoba. La visita di Moratinos è stata resa possibile da un accordo sulle acque di Gibilterra, sulle quali - secondo Madrid - la Rocca non ha alcuna sovranità in quanto non prevista dal Trattato di Utrecht con il quale la Gran Bretagna ne acquistò la sovranità nel 1713.

Dopo mesi di stallo Londra e Madrid hanno raggiunto nel 2006 un accordo che prevede l'apertura dello spazio aereo spagnolo ai voli commerciali diretti alla Rocca, anche quelli provenienti dalla stessa Spagna e dal resto d'Europa: in precedenza l'unico collegamento esistente era con la Gran Bretagna.

La Gran Bretagna riconosce il diritto all'autodeterminazione della colonia, ma sottolinea come in base ai trattati esistenti se il Regno Unito dovesse rinunciare a Gibilterra questa tornerebbe a far parte del territorio spagnolo; la Spagna non ha infatti mai rinunciato alla sovranità sulla Rocca.

I negoziati sullo status della colonia tra Spagna e Gran Bretagna si erano arenati nel 2002, quando i residenti della Rocca avevano approvato a larga maggioranza un referendum non vincolante nel quale si dichiarava la volontà di continuare a far parte dei possedimenti britannici, rifiutando la soluzione spagnola della sovranità congiunta; Londra ha in seguito ribadito la propria posizione di non voler andare contro la volontà dei propri amministrati.

Gibilterra - «Gebel al Tarik», «la montagna» battezzata col nome del condottiero arabo che guidò l'invasione del 711 - venne conquistata dagli inglesi nel 1704, nel corso della Guerra di Successione spagnola, e annessa con il successivo Trattato di Utrecht, nel 1713; nel 1830 venne formalmente dichiarata colonia britannica.