4 aprile 2020
Aggiornato 05:00

Iran: Roxana Saberi ha interrotto lo sciopero della fame

Lo ha annunciato il padre alla France Presse

TEHERAN - La giornalista irano-americano Roxana Saberi, condannato a otto anni di prigione in Iran per spionaggio, ha interrotto lo sciopero della fame. Lo ha annunciato il padre Reza Saberi all'agenzia stampa France Press. «Ci ha chiamati al telefono la notte scorsa (martedì sera) e ci ha detto di aver ripreso a mangiare. Credo che stia bene», ha detto Saberi.

In precedenza, nel corso di un'intervista a Repubblica, l'uomo, iraniano di nascita, americano di adozione, ha raccontato di aver visto la figlia «molto debole« perché «non mangia da quattordici giorni«. Le speranze del padre sono riposte nel processo di appello contro la sentenza di condanna che inizierà fra una settimana. «Sappiamo che è una giornalista e non una spia. Ma siamo anche realisti. E se non ci sarà una sentenza a nostro favore, siamo pronti a chiedere la grazia. Vogliamo solo che Roxana esca al più presto«.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal