20 febbraio 2020
Aggiornato 18:30

Pakistan, Tv: Washington vuole vertice per «salvezza» paese

Jones si riunerà con presidente Zardari e capo opposizione Sharif

«Una riunione, non annunciata, per la salvezza del Pakistan», sarebbe stata sollecitata da Washington nei giorni scorsi per «mettere insieme tutte le forze pachistane» contro il crescente pericolo del movimento fondamentalista islamico dei talebani. Lo hanno svelato fonti diplomatiche americane citate stamane dal sito web della tv saudita al Arabiya che prospettano la formazione di un governo d'unità nazionale a Islamabad.

Secondo l'emittente panaraba, l'amministrazione americana starebbe spingendo per tenere una riunione di «altissimo livello» tra il presidente pachistano Asif Ali Zardari e il leader dell'opposizione Nazar Sharif. All'incontro che avverrebbe alla presenza del Consigliere per la sicurezza nazionale Usa, il generale Jamese Jones, dovrebbe partecipare anche il capo di stato maggiore dell'esercito pachistano, il generale Ashfaq Kiyani.

Stando alle fonti americani di al Arabiya, a convincere Sharif a sostenere gli sforzi attuali per la «salvezza del Pakistan dal pericolo talebano», sarebbe stato Mansour Ejazi, un uomo d'affari americano di origini pachistane che avrebbe agito in coordinamento con il segretario di stato Usa, Hillary Clinton. Secondo le stessi fonti, Ejazi, avrebbe incontrato «in segreto» il leader dell'opposione la settimana scorsa prospettando a Sharif, «l'incarico di primo ministro di un governo d'unità nazionale» che dovrebbe realizzarsi «in una fase successiva».

«Tutte le installazioni nucleari pachistane sono sotto sicurezza rinforzata», ha detto oggi il presidente pachistano. Gli Stati Uniti avevano espresso nei giorni scorsi la loro preoccupazione, dopo l'avanzata dei talebani nel cuore del Pakistan. «Voglio assicurare il mondo che le installazioni nucleari del Pakistan sono in sicurezza», ha aggiunto Zardari.